Opera di Amburgo, Germania in musica

di
Opera di Amburgo, Germania © Andreas Praefcke

Opera di Amburgo, Germania © Andreas Praefcke

L’Opera di Amburgo è uno dei maggiori teatri operistici della Germania. L’Hamburgische Staatsoper, in lingua teutonica, fu fondata il 2 gennaio 1678, quando l'”Opern-Theatrum” venne inaugurato con la Singspiel, una rappresentazione biblica di Johann Theile.

L’Opera di Amburgo non era un teatro di Corte ma il primo teatro d’opera pubblico in terra tedesca. A fondarla era stato un gruppo di cittadini locali che facevano parte della Lega anseatica e amavano la musica.

Così, negli anni, l’Opera di Amburgo diventò il luogo più importante per la musica barocca teutonica a discapito dello stile italiano – in gran voga in quel periodo in molte parte del continente.

Altro merito dell’Opera di Amburgo fu l’ingaggio, nel 1703, come violinista e clavicembalista, di Georg Friedrich Händel (Halle, 1685 – Londra, 1759). Ma solo due anni dopo, nel 1705, andò in scena la sua opera Nero.

Nel 1826, invece, fu costruito il primo teatro in pietra per sostituire quello in legno. Venne inaugurato il 18 maggio con l’Egmont di Beethoven. I 2800 posti a sedere trovarono casa dove oggi sorge l’Opera di Amburgo.

Gli anni a venire, soprattutto nel XX secolo, furono forieri di grandi rappresentazioni. Poi la notte del 2 agosto 1943, l’Opera di Amburgo e gli edifici limitrofi furono rasi al suolo dai bombardamenti aerei alleati.

Dopo la II guerra mondiale l’edificio venne ricostruito. Per inaugurare la nuova Opera di Amburgo il 15 ottobre 1955 fu eseguito Il flauto magico di Mozart. Da allora sino ai giorni nostri, il teatro ha voluto dare spazi sempre più importanti a nuovi lavori. Una scelta coraggiosa che continua ad avere consenso.

Per approfondire:
Wikipedia
Hamburgische Staatsoper

I commenti all'articolo "Opera di Amburgo, Germania in musica"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...