Cattedrale di Costanza, chiesa di Nostra Signora

di
Cattedrale di Costanza © Andrea Lessona

Cattedrale di Costanza © Andrea Lessona

Tra le case del centro storico, la torre più alta della cattedrale di Costanza svetta imponente: 76 metri che delimitano il suo profilo gotico e tratteggiano il cielo della città universitaria sul lago di Bodensee.

A ogni passo camminato tra le vie acciottolate, vedo la chiesa di Nostra Signora delinearsi nella sua bellezza fiera – figlia di rifacimenti e ristrutturazioni che negli anni l’hanno consegnata così ai miei occhi.

Della cattedrale di Costanza si ha notizia già dal VII secolo quando fu fatta costruire per la creazione della sede episcopale cittadina. Ciò che ho di fronte, però, è eredità della struttura realizzata dalla seconda metà dell’XI secolo.

Nel 1052, dopo che il vecchio edificio andò perso, si iniziò a edificarne uno nuovo: per finirlo ci vollero quasi 400 anni. In particolare per innalzare le torri gotiche, l’ultima delle quali fu completata solo nel 1378.

Vetrata della cattedrale di Costanza © Andrea Lessona

Vetrata della cattedrale di Costanza © Andrea Lessona

Qui tra queste mura dense di preghiere e storia, caratterizzate da una struttura preromanica con colonne che dividono la cattedrale di Costanza in tre navate, si tenne un evento tra i più importanti del periodo.

Dal 1414 al 1418, la chiesa di Nostra Signora ospitò il famoso Concilio di Costanza. Convocato su richiesta del re dei Romani Sigismondo, doveva affrontare lo Scisma d’Occidente e il proliferare delle idee conciliariste. Sempre qui venne eletto papa Martino V.

Proseguendo il mio viaggio nella storia della cattedrale di Costanza arrivo nella cripta dove c’è la tomba di Pelagio di Emona martire cristiano, vissuto intorno al III secolo. Le sue reliquie sono andate perse nel corso della Riforma protestante.

Nonostante quel periodo buio di scontri radicali, questo edificio è rimasto baluardo del cattolicesimo tedesco. Almeno sino al 1821 quando venne soppressa la millenaria diocesi con oltre 1200 anni di storia e cento vescovi nominati.

Da allora la cattedrale di Costanza è diventata chiesa parrocchiale. Ciononostante lavori di ristrutturazione si sono susseguiti nel tempo: dal 1962 al 2010, sono state aggiunte dodici nuove campane e le zone monumentali riportate alla loro straordinaria bellezza.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Cattedrale di Costanza, chiesa di Nostra Signora"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...