Municipio di Amburgo, l’Hamburger Rathaus

di
Municipio di Amburgo, Hamburger Rathaus

Municipio di Amburgo, Hamburger Rathaus

Sulla Rathausmarkt, l’imponenza neo rinascimentale del municipio di Amburgo si alza con la sua torre per oltre 112 metri. E tocca il cielo della seconda città più popolata della Germania.

A guardarlo dalla piazza, ci si riempie gli occhi della bellezza austera: realizzato in granito e arenaria, tra il 1886 e il 1897 su progetto di un gruppo di architetti guidato da Martin Haller, l’edificio si poggia su quattro mila pali.

La facciata principale del municipio di Amburgo, Hamburger Rathaus in tedesco, è larga 111 metri e vi sono raffigurati venti imperatori tedeschi. Al centro, Carlo Magno e Federico Barbarossa. Gli altri 18, ai lati.

All’ingresso, una scritta in latino vergata d’oro «I posteri abbiano cura di conservare degnamente la libertà che gli antenati partorirono» accoglie le oltre cento mila persone che ogni anno visitano l’edificio.

Il municipio di Amburgo, oggi sede del governo del Land e del Parlamento locale, si caratterizza inoltre per le sue 647 stanze. E si distende per una superficie complessiva di oltre 17 mila metri quadrati.

All’interno dell’Hamburger Rathaus, considerato il municipio dell’intera Germania, si trovano un giardino con fontana, un ristorante nel seminterrato e sfarzose stanze che ospitano incontri politici ma anche concerti.

Superato l’enorme portone in ferro, si arriva all’atrio del municipio di Amburgo. Qui si viene accolti da un ambiente elegante caratterizzato da dipinti classici, pilastri di roccia arenaria e una sublime scalinata in marmo.

Il cuore dell’Hamburger Rathaus è la sala imperiale: la Kaisersaal, in tedesco, è famosa per le decorazioni inimitabili che contraddistinguono i soffitti. L’ingresso principale, invece, vanta un balcone decorato di statue e un mosaico unico con fiori che fanno loro da cornice.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Municipio di Amburgo, l’Hamburger Rathaus"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...