Primo mappamondo della storia, l’Erdapfel

di
Mappamondo celestiale del 1770

Mappamondo celestiale del 1770

Dipinto di figurazioni misteriose e fantastiche, il suo globo di lino laminato racconta la Terra prima della scoperta delle Americhe. E fa dell’Erdapfel, il primo mappamondo della storia.

Realizzato a Norimberga nel 1492 da Martin Behaim, questo esemplare che oggi si trova in città al museo Nazionale Germanico, è considerato un capolavoro. Un preludio al futuro seppur con alcune e gravi imperfezioni.

Attingendo dalle concezioni di Martellus Germanicus e Toscanelli, il famoso marinaio, cartografo, geografo, filosofo e astronomo tedesco alla corte del re del Portogallo ha realizzato quello che viene considerato il primo mappamondo della storia.

Nonché la prima rappresentazione sferica del nostro pianeta. Infatti il nome di Erdapfel, datogli dal suo inventore, nella lingua tedesca significa “mela terrestre”. Una mela che rappresenta il pensiero e le teorie cartografiche di Cristoforo Colombo.

Secondo alcuni, il famoso navigatore genovese avrebbe incontrato Behaim prima del suo viaggio alle Indie. E dopo aver visto quello che oggi si pensa essere il primo mappamondo della storia, ne sarebbe rimasto molto impressionato.

L’originale conservato al museo Nazionale Germanico è protetto da una teca di vetro attraverso la quale osservare il manufatto: un globo di lino laminato in due metà, rinforzato con legno e ricoperto con un mappa dipinta da Georg Glockendon.

Naturalmente, essendo stato realizzato nel 1492, non ha la rappresentazione delle Americhe. E le proporzioni dei continenti raffigurati non sono corrette. Ma il primo mappamondo della storia vanta centinaia di iscrizioni tratte da Tolomeo e Marco Polo.

Si riferiscono ad alcune figure di santi, a leggende di animali mostruosi e a gesta di sovrani. Anche se non proprio vicinissimi, guardare le figurazioni vergate sulla superficie dell’Erdapfel è un po’ come viaggiare con la fantasia.

Tra i tanti luoghi disegnati sul primo mappamondo della storia, ci sono anche l’isola di Antillia e il Cipangu: il famoso Giappone dai tetti d’oro e dalle ricchezze inestimabili raccontato da Polo.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Primo mappamondo della storia, l’Erdapfel"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...